Le parole di Cesati, Salvatori e Zironelli - Modena Calcio F.C. 2018

Le parole di Cesati, Salvatori e Zironelli


Modena   – Giornata di presentazioni in casa gialloblù. Questa mattina in conferenza stampa il direttore generale Roberto Cesati, il direttore sportivo Fabrizio Salvatori e il tecnico Mauro Zironelli.  La prima uscita istituzionale per le tre figure dell’area sportiva: “Sono orgoglioso – le parole del dg Cesati – di aver portato a Modena due professionisti di questo spessore, entrambi erano le mie prime scelte. In questa fase dovremo allestire la squadra tenendo conto della doppia opzione sulla categoria. Lavoreremo intensamente per rendere entusiasti i nostri tifosi, cerchiamo giocatori con grandi motivazioni. Il raduno è fissato per il 18 luglio”.
Il direttore sportivo Fabrizio Salvatori: “Qui ho avuto un’esperienza – commenta il diesse – non positiva da giocatore, in quella stagione ci furono problemi societari e per nove mesi noi calciatori non prendemmo lo stipendio. Personalmente a Modena mi sono trovato bene e ne ho sempre conservato un buon ricordo. Ho colto l’opportunità di tornare con entusiasmo. Non sapere la categoria di appartenenza ci creerà delle difficoltà, a breve valuteremo la rosa dell’anno scorso e parleremo con alcuni giocatori. Sarà fondamentale avere una buona base da cui ripartire”.
Già l’anno scorso il tecnico Mauro Zironelli era in procinto di sedersi sulla panchina gialloblù: “Sono orgoglioso – dice Zironelli – di essere in questa città, la ricordo da calciatore quando varcai il cancello dello stadio Braglia. Mi scuso per il ritardo, potevo venire nella passata stagione, poi sono andato a Bari e in seguito alla Juventus Under 23. Mi ero messo in testa di tornare in gialloblù anche per l’amicizia che mi legava a Paolino Ponzo. Mi interessano calciatori che abbiano voglia di venire a Modena per la piazza e non per la categoria.  Da quando sono allenatore ho sempre proposto il 3-4-3 o il 3-5-2. Le mie squadre devono correre più delle altre. So che il tifoso del Modena perdona un errore tecnico, ma vuole vedere il massimo impegno da chi veste la maglia gialloblù”.
19-06-2019

#finalmenteilModena